220 milioni di bottiglie

220 milioni di bottiglie

E’ il risultato della lavorazione di 160.000 tonnellate di vetro che recuperiamo in un anno nel nostro impianto di Asti.

Un’eccellenza nella filiera del recupero di materia: l’impianto di trattamento del rottame vetroso di Asti tratta i rifiuti a base di vetro, derivanti dalla raccolta differenziata, e li trasforma in prodotto, cioè in un vetro “pronto al forno”, una “materia prima secondaria”, con caratteristiche qualitative conformi alle specifiche richieste dell’industria del vetro per l’impiego in vetreria nella produzione di nuove bottiglie.

L’impianto è situato nel Comune di Asti, contiguo all’esistente stabilimento di produzione di manufatti in vetro della società O-I Manufacturing Italia S.p.A., in un territorio a prevalente destinazione industriale ed artigianale.

Il ciclo di selezione comprende diverse fasi di lavorazione: il primo passaggio è l’eliminazione di tutte le impurità presenti nel rottame di vetro, attraverso sezioni di pretrattamento, meccanico e manuale, (vagliatura, sistema di aspirazione parti volatili, sistema di essiccamento rottame vetroso, triturazione) e successivi processi di selezione, realizzati meccanicamente mediante le più sofisticate tecnologie. Si ottiene così il vetro pronto al forno, destinato alla vetreria; rifiuti inerti e rifiuti metallici destinati a recupero; rifiuti di scarto destinati allo smaltimento.

L’impianto è autorizzato a ricevere in ingresso fino a 180.000 t/anno di rifiuti. La quantità di rifiuti trattati mediamente in un anno è di 160.000 tonnellate, mentre sono 103.000 le tonnellate di materia prima seconda prodotta.

Prodotti inviati a vetreria
Asti