Recupero di Energia

Energia dai rifiuti

In un sistema di economia circolare, i termovalizzatori hanno la funzione di recuperare energia elettrica e termica dai rifiuti non utilmente riciclabili come materiali

La termovalorizzazione dei rifiuti rappresenta l’ultimo passo di un ciclo virtuoso di gestione dei rifiuti. ll recupero energetico dei rifiuti, attuato in impianti con elevate prestazioni energetiche e con innovativi sistemi di depurazione dei fumi, presenta vantaggi ambientali, consentendo il risparmio di risorse energetiche e permette di ridurre al minimo l’utilizzo delle discariche per la dismissione di rifiuti non riciclabili.

Tecnologia all'avanguardia
massima sicurezza

Ogni termovalorizzatore è dotato di una sala controllo all’avanguardia, con un efficiente sistema automatizzato, che verifica migliaia di parametri di funzionamento dell’impianto. Vengono impiegate le tecnologie più avanzate per garantire la massima tutela dell’ambiente, per quanto riguarda le emissioni in atmosfera, gli scarichi liquidi, i residui solidi, il rumore e il traffico di automezzi.

Come Funziona?

I rifiuti, dopo avere passato rigorosi controlli all’ingresso dell’impianto, vengono sottoposti al processo di termovalorizzazione. Nella caldaia i fumi derivati dalla combustione cedono gradualmente la loro energia termica, trasformando l’acqua in vapore surriscaldato che viene inviato ad un gruppo turbina-alternatore per la produzione di energia elettrica.

Nel caso l’impianto sia di tipo cogenerativo, il calore generato dalla combustione viene recuperato per produrre acqua calda che viene distribuita in pressione, tramite tubature sotterranee, agli edifici collegati alla rete di teleriscaldamento.

A2A Ambiente è presente nelle città di Milano, Brescia, Bergamo, in provincia di Pavia e gestisce l’impianto di termovalorizzazione di Acerra, in provincia di Napoli.

ico

In tema di termovalorizzazione dei rifiuti, l’attività di A2A Ambiente è in linea con gli indirizzi dell’Unione Europea. Sono infatti più di 450 gli impianti di recupero energetico presenti in Europa. E i Paesi con la maggior percentuale di utilizzo dei termovalorizzatori (Germania, Svezia, Belgio) sono quelli che vantano le maggiori percentuali di raccolta differenziata e le minori percentuali di utilizzo delle discariche.