Collaborazioni con enti e università

Non ci stanchiamo mai di migliorare e di sviluppare nuovi processi

Collaboriamo con Università e centri di ricerca per garantire l’eccellenza operativa in tutti gli ambiti di attività.

La propensione all’innovazione, allo studio di nuovi processi e tecnologie è un elemento essenziale del DNA di A2A Ambiente. L’innovazione e la ricerca sono infatti elementi essenziali per il cambiamento di paradigma da economia lineare ad economia circolare che impone la definizione di nuovi processi e tecnologie per la trasformazione dei rifiuti in materiali riciclabili. Per concretizzare tale propensione abbiamo attivato progetti di ricerca e studi in collaborazione con diversi prestigiosi Atenei.

Università degli Studi di Brescia

Studio per la valutazione integrata dell’inquinamento atmosferico e del relativo impatto sulla salute (con il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale, Sistemi di Controllo e il Dipartimento di Specialità Medico Chirurgiche, Sanità Pubblica).

Studio sull’uso degli inerti prodotti dall’impianto di trattamento terre e programma sperimentale per il recupero ambientale della discarica (con il Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e di Matematica).

Finanziamento borsa di dottorato per lo studio dell’ottimizzazione della combustione dei fanghi, la stabilizzazione delle ceneri leggere e la caratterizzazione delle ceneri pesanti (Facoltà di Ingegneria Meccanica e Industriale).

Università degli Studi di Milano

Progetto di ricerca finalizzato alla definizione di un processo di produzione di bioplastiche attraverso il nutrimento di batteri tramite prodotti derivati dalla digestione anaerobica della frazione organica dei rifiuti. Caratterizzazione bottom ash provenienti da rifiuti urbani e simili per l’identificazione di specie chimiche potenzialmente tossiche e finanziamento borsa di studio per lo svolgimento del progetto (con il Dipartimento di Chimica).

Università degli Studi di Brescia e di Milano

Mappatura degli studi a livello europeo sugli impianti di termovalorizzazione e sul potenziale impatto sulla salute.

Enti e università

Università Cattolica del Sacro Cuore e Università degli Studi di Brescia

Ricerca sui temi ambientali nell’ambito dei principi dell’economia circolare, con raccolta delle best practice delle tecnologie e dei processi.

L.E.A.P. Laboratorio Energia e Ambiente Piacenza

Supporto alle attività del Centro studi MatER per individuare le scelte più efficaci finalizzate ad una gestione dei rifiuti sostenibile, e studio del  trattamento e recupero delle ceneri pesanti.

Università di Cassino e del Lazio Meridionale

Studio particolato ultrafine in uscita dall’impianto di termovalorizzazione e analisi delle ricadute nell’ambiente esterno.

Università di Napoli Federico II

Applicazione dei principi dell’economia circolare nel processo di caratterizzazione dell'asfalto per uso stradale con impiego di materie prime seconde.

Consiglio Nazionale delle Ricerche

Studio, attraverso attività sperimentali, del contributo degli incendi sulla qualità dell’aria.

Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri IRCCS

Valutazioni di Impatto Sanitario (VIS) e Piani di Monitoraggio Ambientali e Sanitari (PMAS), presso i termovalorizzatori per il trattamento di rifiuti civili ed industriali, al fine di determinare il potenziale Rischio Sanitario per i ricettori esposti alle sostanze inquinanti emesse ed immesse nell'ambiente circostante gli insediamenti produttivi.

Enti e università